Industria 4.0 applicata al settore agricolo

INDUSTRIA 4.0 APPLICATA AL SETTORE AGRICOLO

Il concetto di Industria 4.0 è alla base dell’innovazione dell’attuale sistema industriale che, nel determinare una trasformazione globale nelle attività produttive, è destinato a modificare profondamente anche ambiti caratterizzati dalla classica produzione industriale. L’attuale Piano Nazionale Impresa 4.0 sta coinvolgendo – e non solo per gli incentivi economici previsti per le aziende – tutto il mondo produttivo nazionale tra cui quello agricolo. I processi agricoli, come la maggior parte dei sistemi produttivi del nostro paese, sono destinati  a fare i conti con un processo di digitalizzazione delle attività produttive, logistiche e commerciali, che è inevitabilmente già iniziato.

Agricoltura 4.0

Quando si parla di industria 4.0 applicata al settore agricolo, si fa riferimento ad un settore che diventa sempre più smart e digitale in cui è fondamentaleil legame tra le tecnologie tradizionali ed internet, come strumento utile alla condivisione di dati tra macchine e tra diversi operatori della filiera.L’arrivo sul mercato di sensori, microprocessori e strumenti di comunicazione, ha migliorato l’accesso alla rete che è in grado di far circolare un’importante mole di dati, analizzata dalle ultime tecnologie di cui oggi disponiamo. Anche i nuovi macchinari agricoli sono dotati di strumenti informatici come computer di bordo, sensori e processori in grado di mettere in comunicazione diverse macchine operatrici. Da ciò deriva la possibilità di monitorare in tempo reale la produzione sul campo, adeguando costantemente il piano di lavoro con l’obiettivo di raggiungere una maggiore efficienza. Inoltre, la continua cooperazione dell’intera filiera produttiva, permette di collegare clienti e fornitori con il conseguente aumento di fattori quali: sicurezza, tracciabilità e ottimizzazione dei costi.

Vediamo insieme come ottimizzare un processo produttivo agricolo