KEY4- Realtà virtuale e realtà aumentata: cosa c'è da sapere

Quali sono le differenze tra realtà virtuale e aumentata?

Realtà virtuale e realtà aumentata sono due tecnologie affini nonostante le molteplici differenze che le contraddistinguono. Queste innovative soluzioni tecnologiche permettono di migliorare concretamente le capacità dell’essere umano. Cerchiamo di capire cosa sono, come funzionano e cosa c’è da sapere su queste tecnologie.

Le nuove tecnologie in relazione al mercato contemporaneo

realtà virtuale cos'è

Grazie alle nuove tecnologie di realtà aumentata e virtuale, il mercato odierno, offre strumenti che consentono all’utente di vedere oggetti virtuali strettamente legati al mondo reale in cui sono o saranno collocati. Nonostante le due tecnologie possano sembrare molto simili, entriamo nel merito di ciascuna e cerchiamo di capire quali sono le differenze tra realtà virtuale e realtà aumentata.

Realtà aumentata VS realtà virtuale

Di seguito viene spiegata la differenza che c’è tra queste due espressioni consentendo, in tal modo, di riconoscere gli strumenti che utilizzano una tecnologia piuttosto che l’altra. La realtà virtuale è una simulazione o ricostruzione generata da un computer, atta a riproporre ambienti o situazioni reali. Essa è in grado di immergere l’utente in un mondo non reale, coinvolgendolo a pieno, stimolando il senso della vista e dell’udito. In un primo momento la realtà virtuale veniva utilizzata per simulare determinati lavori. Questo dava la possibilità, per esempio ai piloti, di addestrarsi e far pratica nelle più svariate condizioni atmosferiche e di avaria. Poi si sono diffusi strumenti indossabili come gli Oculus Rift. Essi hanno permesso a chiunque di poter usufruire di questa tecnologia in quanto, con un costo contenuto, è possibile sfruttarla per ogni tipo di intrattenimento come videogiochi, video, navigazione sul web nonché nel campo dell’industria 4.0.

Oltre agli Oculus Rift che occupano nel mercato una fascia di prezzo medio alta, esistono altri prodotti come i Gear VR11, per la fascia di prezzo bassa e medio-bassa, e gli HTC vive per quella alta. L’HTC vive, è lo strumento più avanzato (in vendita al pubblico) per quanto riguarda la tecnologia VR. Quest’apparecchiature, mediante dei sensori ambientali al laser, consentono all’utilizzatore di ’entrare’ nel mondo virtuale anche con il proprio corpo. Il soggetto quindi sarà in grado di sedersi, alzarsi in piedi o correre. Lo strumento è dotato inoltre di telecamera e sensori di prossimità che hanno la funzione di rilevare la presenza di ostacoli e di permettere alla persona che lo sta utilizzando, di restare connessa al mondo reale in quanto potrebbe ricevere notifiche, chiamate o messaggi istantanei.

Quando si parla invece di realtà aumentata, ci si riferisce ad una tecnologia che aggiunge informazioni digitali ad un contesto reale. Possono essere immagini, informazioni o istruzioni che l’utente può utilizzare per propri scopi. Semplicemente navigando nel web si trovano innumerevoli quantità di applicazioni che fanno fede a questo concetto.

Alcune ’app’, per esempio, vengono fornite dai rivenditori di complementi per l’arredamento, e danno la possibilità all’acquirente di vedere in tempo reale la disposizione e lo stile del futuro acquisto.

Esistono applicazioni dedicate alla consultazione di cataloghi, mappe con il relativo navigatore, portali web per recensioni di viaggi, ristoranti e negozi. Da non dimenticare poi altre forme di intrattenimento come i videogiochi, molti dei quali sfruttano dei ’marker’ ovvero dei simil QR-Code, che trasmettono informazioni sulla localizzazione tridimensionale dei componenti, sviluppando un oggetto 3D virtuale. Come per la realtà virtuale, gli strumenti che permettono ad una persona di sfruttare la realtà aumentata sono tanti e si differenziano per caratteristiche (qualità dell’immagine, strumenti accessori, memoria) e per portabilità. Il più comune è lo smartphone in quanto necessita solo della fotocamera (presente ormai in tutti i modelli) e di una applicazione. Poi ci sono gli smart glasses. Essi hanno determinato lo sviluppo di un vero e proprio mercato basato sulla competitività tra aziende già affermate e startup.

Tra le aziende clienti Key4 più innovative nell’utilizzo della realtà virtuale e nei motori grafici interattivi vi è la TrackDesign; di seguito riportiamo alcune delle scene estrapolate dai servizi che mette a disposizione della propria clientela.

realtà aumentata
realtà aumentata

Visto e considerato l’importante coinvolgimento risultante dall’utilizzo di questa tecnologia, noi di Key 4 siamo pronti per supportare le aziende in questo passaggio che prevede l’utilizzo della realtà virtuale o aumentata come mezzo attraverso il quale migliorare la user experience del cliente finale. Inoltre, siamo pronti a rispondere alle domande che spesso ci vengono poste ossia: cosa c’è da sapere sulla realtà aumentata e realtà virtuale? In quali contesti è preferibile usare l’una o l’altra? Le prospettive appaiono positive, gran parte delle imprese globali sono ben disposte nei confronti dell’applicazione in azienda delle soluzioni AR e VR. Noi siamo pronti, voi?

Lascia un commento


Articoli recenti